LA GINESTRA

Una mattina di maggio
me ne andai a passeggiare
in campagna,
sentì un profumo soave
che si spargeva nell’aria.
Vide un mantello color giallo
di ginestre, è pensai:
Pittore delle tue mani divini
maestro dell’universo
che ci dai la bellezza
che l‘umanità non apprezza.
Ginestra,
del tuo manto giallo
profumato,
che copri la collina.
Come un canto di una sirena
mi catturi con il tuo profumo
Ubriacante.
Cistaro Antonio (22/5/2006).

Commenti