La terra



LA TERRA


Io vivo nel tuo grembo

tu mi dai l’aria che respiro

l’acqua per dissetarmi e

il pane per sfamarmi

e ti rispetto e ti stimo

perche tu sei mia madre e mio padre

tu che sei molta generosa

che ospiti tanti esseri umani

ma non sanno che la sua madre

forte quanto sia è cosi fragile e indifesa

maltrattata dall’essere

più pericoloso e distruttivo

del pianeta terra che non smetta

mai di ferirti ancora.


Quando Dio creò il paradiso terrestre ogni cosa svolgeva il suo ruolo naturale. I fiumi e i ruscelli scorrevano limpidi e spumeggianti, adesso con l’inquinamento causato dall’uomo invece di scorrere acqua scorrono veleni e, le povere creature che vivono nell’acqua muoiano avvelenati. L’uomo ha distrutto l’ecosistema della natura per guadagnare e arricchirsi sempre di più (Alla fine quando non ci sarà più niente da mangiare si mangeranno i soldi.)Ormai siamo arrivati a un punto molto critico, I potenti della terra si combattono fra di loro e quelli che ci vanno in mezzo siamo sempre noi la povera gente che scappa dalla propria terra per mettersi in salvo dalle guerre e, molte volte ci rimettono la pelle traversando il mare con gommone e barche vecchie non idonei per traversare il mare. Oggi il mio sguardo è rivolto verso il cielo in plorando a Dio, Dio dell’universo tu che hai creato la terra fa che i malvagi non la distruggono questo meraviglioso paradiso terrestre.

Commenti

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Posta un commento